Il Comites Romania invita tutti i Cittadini ad Onorare il Tricolore

Si celebra oggi, 7 gennaio, la Festa nazionale del Tricolore, istituita a partire dal 1996 in occasione dei 200 anni dall’elaborazione e adozione di quella che poi divenne la bandiera italiana da parte della Repubblica Cispadana. Lo stato napoleonico, che copriva all’incirca il territorio dell’attuale Emilia-Romagna, era nato a seguito delle campagne francesi in Italia e venne accorpato qualche anno dopo alla Lombardia, formando la Repubblica Cisalpina, che ne assunse la bandiera.

Si trattava dei primi stati sovrani italiani che adottavano il tricolore, sino ad allora utilizzato come decorazione per coccarde patriottiche e vessilli militari, come simbolo dell’unità nazionale a cui il popolo italiano ambiva per rendersi indipendente dall’occupazione territoriale spagnola e austriaca. Le celebrazioni, come ogni anno, si terranno a Reggio Emilia, la città che diede i natali alla bandiera nel municipio cittadino oggi ribattezzato Sala del Tricolore.

 

FESTA DEL TRICOLORE: LA STORIA DEI COLORI

 

La scelta dei colori della bandiera fu opera di Giovanni Compagnoni, illuminista e consigliere della Repubblica Cispadana vicino alle idee giacobine, che assunse il tricolore a imitazione dei primi ideali della Rivoluzione Francese, sostituendo al blu della bandiera d’oltralpe il verde – simbolo dei diritti naturali di uguaglianza – adottato solo nei primi giorni dopo la presa della Bastiglia a Parigi e poi abbandonato. Divenuto in seguito bandiera del napoleonico Regno d’Italia, il Tricolore restò nei decenni successivi l’icona patriottica per eccellenza.

Nonostante la caduta di Napoleone e la Restaurazione, fu adottato nuovamente come vessillo durante il Risorgimento dal Regno di Sardegna, dal Regno delle Due Sicilie e da tutti i territori che man mano andarono a ricomporre durante le Guerre d’Indipendenza il territorio nazionale. La proclamazione ufficiale, nonostante l’Unità raggiunta nel 1870 con la Breccia di Porta Pia, avvenne però solo dopo la Seconda Guerra Mondiale. Era il 24 marzo 1947 quando la neonata Repubblica Italiana eliminava il simbolo dei Savoia dalla bandiera e proclamava nell’articolo 12 della Costituzione il seguente articolo: «La bandiera della Repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni.»

Festa del Tricolore, storia e celebrazione della bandiera italiana- immagine 3

Celebrazioni in piazza del Plebiscito a Napoli per il 2 Giugno, con un mega tricolore calato sulla facciata della Prefettura, 2 giugno 2016.